Missione in Peru’, giorno 13.

Confesso di aver iniziato a scrivere della missione sotto suggerimento del mio ego. Sapevo che si trattava di una cosa bellissima, e volevo firmarla con il mio nome.

Ho letto tutti i libri di Eckhart Tolle, Osho e compagnia bella, su come disidentificarsi dall’ego. Ebbene, la mia conclusione e’ che e’ impossibile! L’idea di chi sono e cosa faccio in base a quella idea rimane e si muove con me.

Ora, pero’, che l’ego ha ricevuto la sua dose di “brava”, e che se ne va in giro piu’ gonfio, si evidenziano anche delle verita’.

Numero uno: “Sono felice.”

E non per i “brava” o i grazie ricevuti. Ma perche’ sono davvero fortunata a riconoscere i miei desideri profondi, e a mettere tutta la mia energia psichica e fisica per realizzarli. In questo che vorrei essere di esempio.

Mi piacerebbe essere d’ispirazione a chi ha sogni di qualsiasi misura e genere, a quelli a cui tutti dicono che vuoi fare cose esagerate o senza senso, che e’ inutile, che non si puo’ o addirittura che non si deve, o che non puoi trovare abbastanza risorse. Non ascoltateli! Io sono un esempio;  tutti mi dicevano ‘tu vuoi andare qui o li per non prenderti la responsabilita’ a vivere una vita normale’, nel mondo protetto e sicuro. Tappatevi le orecchie e seguite quello che volete! E’ cosi che si e’ felici! (Secondo me)

Numero due: “la gratitudine che io provo e’ piu’ grande di quella che ricevo”.

Ieri mi lamentavo della gente che sembrava indifferente. Ebbene, oggi alla cena di tutto il gruppo, l’organizzatrice ha riferito che mai come questa volta la gente e’ andata via felice e chiedeva di tornare. “Tutti i singoli grazie che ho raccolto sono per voi!”, ha concluso.

Ma piu’ di tutto ho avuto l’opportunita’ di vedere in 10 giorni una quantita’ ed una varieta’ di casi che neppure in un anno di lavoro intenso riuscirei a collezionare.

Numero tre: spero di aver evidenziato che l’osteopatia non riduce la sua applicazione a casi di mal di schiena o mal di spalla, ma che la vera potenza dell’osteopatia parte dalla vita stessa ed e’ ancora piu’ efficace la’ dove una vita “normale” e’ stata compromessa.

Love and light your way!

IMG_2403.JPG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...