Missione in Peru’, giorno 14.

L’esperienza di volontariato giunge al termine con una giornata molto signicativa.

Donne. In maggioranza donne, sui nostri lettini. Delle sei trattate da me, in un’eta’ compresa tra i 32 e i 74 anni, tutte e dico tutte portano sui loro corpi una cicatrice da isterectomia.

Come ho gia’ detto l’utero e’ il luogo del futuro.

La domanda e’: che cosa sta succedendo? Perche’ questa castrazione generale? Perche’ in eta’ fertile, invece di crescere cellule di un altro individuo, la donna va ad autoriprodursi? Perche’ in fase di menopausa, o addirittura dopo, continua una crescita che non avrebbe ragione di esistere? Che cosa sta succedendo al ruolo della donna?

Mi chiedo pero’ se queste formazioni di tessuto extra siano sempre appartenute al genere femmile e che, grazie alla nuova technologia medica, si vada solo a constatare qualcosa che starebbe li, innoquamente. Ma, ovviamente, q questo e’ un mio dubbio difficile anche da approcciare.

Invece, la cosa piu’ entusiasmante della giornata e’stata il potere ricevere io stessa un trattamento. E’ molto particolare essere dalla parte opposta. Ed e’ molto utile per capire cosa migliorare. Si, perche’, essendo dal lato del paziente, si va a chiarire cosa questo voglia e si aspetti, ed anche come un paziente veda un osteopata.

Ogni trattamento e’ unico ed irripetibile. Pero’ io sento, immancabilmente, che qualcosa  di me,oltre a modificarsi fisicamente, si modifica ad un piu’ alto livello. Dopo un trattamento, io non sono piu’ quella che si era sdraiata una manciata di minuti prima.

Io sono un’altra persona.

10656213_10208061554592983_297132591_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...