Cosa significa curare?E guarire?

15 - 1

“Il termine cura deriva dal latino ‘coera’ che significava attenzione, cautela. Ma il significato delle parole è in evoluzione continua. Così quando il temine, che intendeva assistenza all’uomo sano, assunse quello di trattamento del malato, rapidamente venne a significare somministrare una medicina o svolgere un rituale , meccanico, chirurgico o psicologico che riesca a guarire il malato.

Quando affermo* che le cure non esistono, voglio dire che non esistono metodi o sistemi di trattamento in grado di ristabilire le buone condizioni di salute, ecco perchè le malattie non possono essere curate, nè esistono cure.

Nella visione moderna, infatti, cura come somministrazione di un trattamento cancella completamente la necessità di indagare la causa o le cause che sono alla base del danno alla salute. Questo equivale a guarire un alcolizzato permettendogli di bere ancora.

E’ necessario imparare il semplice, ma fondamentale concetto che solo quando le cause vengono eliminate il corpo, da solo, può iniziare a guarire. E rimuovere le cause non significa guarire: significa solo rendere possibile che i processi riparatori dell’organismo perfezionino il loro lavoro.

Guarire, a differenza del curare, è un processo biologico. Un chirurgo può rimettere insieme le estremità di un osso rotto, ma non può unire le due parti di osso. La saldatura tra le parti è un processo che solo l’organismo vivente è capace di compiere.

La produzione di tessuto nuovo segue lo stesso processo dell’evoluzione dell’organismo da ovulo fertilizzato ad organismo completamente sviluppato.

E nonostante l’inestimabile bagaglio di conoscenze, l’arte medica consiste troppo spesso nell’interrompere il delicato lavoro dell’ingranaggio della vita.

Solo afferrando completamente il significato che il guarire è un processo naturale, e che i processi per mezzo dei quali si raggiunge la guarigione sono funzioni dell’organismo vivente (tanto quanto quelli della digestione, respirazione, ecc), possiamo comprendere che le cosiddette cure non esistono.

Perchè ogni guarigione è, in realtà, un’auto-guarigione.”

*estratto dal lavoro del Dott.H.M. Shelton, medico ed igienista naturale, che, oltre al essere molto affine al pensiero osteopatico, dà un’idea chiarissima di responsabilità tra medico o terapista che sia e paziente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...