Plagiocefalia: l’elmetto E’ davvero l’OPZIONE MIGLIORE?

Ecco cosa ne pensa la mamma di quello che, per me, è un caso di indiscutibile successo del trattamento osteopatico sui bambini:

“Ho visto un miglioramento della mobilita’, del correre e dell’equilibrio, e della qualità del sonno dovuto al fatto che il bimbo non si sveglia più a causa del dolore al collo. Dormivo a fianco a lui perché sapevo che nel cuore della notte mi sarei dovuta alzare per massaggiargli il collo…non è nomale a due anni soffrire di terribili dolori al collo! Il mio è un bimbo sano sotto tutti gli altri aspetti ma le limitazioni fisiche stavano diventando croniche, così abbiamo deciso di provare con il trattamento osteopatico, che, tra tutti , è stato quello che ci ha causato meno problemi come genitori. Infatti l’elmetto prende cosi tanto tempo! Lo ha portato dai 4 ai 14 mesi.  Abbiamo provato con la fisioterapia già ai 4 mesi. Ha funzionato,  ma ai 6 mesi, quando il bimbo ha iniziato a girarsi nel letto , la situazione è tornata indietro alla partenza perché ovviamente si rigirava sempre dallo stesso lato, li dove i muscoli rigidi del collo lo trascinavano. L’elmetto aiuta in apparenza ma non risolve la causa del problema. La fisioterapia puo’ aiutare, se fatta in tempo, per la riabilitazione dei muscoli ma non è la soluzione definitiva”

CASO CLINICO

M., 3 anni e mezzo di eta’, arriva allo studio perche’ lamenta torcicollo, mal di testa, ha il sonno disturbato ma e’ sonnolente durante il giorno, non sopporta la luce, quindi preferisce stare al buio e sdraiato.

Il torcicollo e’ una condizione che si porta sin da neonato. Torcicollo associato a plagiocefalia fanno parte della diagnosi pediatrica. Il trattamento con elmetto ortopedico, utilizzato tra i 4 e i 14 mesi di vita, non ha dato i risultati sperati, anzi ha lasciato il cranio deformato come tipico nella plagiocefalia (vedi illustrazione schematica sotto), rotazione della testa verso destra dovuta all’ipertono del muscolo sternomastocleido di questo lato, e una netta asimmetria del viso, visibile anche nei profili (peggiore a sinistra).

PicMonkey Collage def

I genitori, spinti dalla lamentela di dolore al collo e mal di testa del piccolo, decidono di tentare con l’osteopatia, e, fortuitamente, di rivolgersi a me.

Il risultato, nel corso di 4 mesi e solo 5 sedute, e’ stato impressionante: da pallido, ranicchiato su se stesso con gli occhi coperti per evitare la luce durante il primo trattamento, gia’ al terzo appariva un altro bambino, facevo fatica a tenerlo fermo, stava crescendo velocemente e piu’ sano, al quinto non poteva fare a meno di descrivermi il suo divertimento a saltare il trampolino nel suo giardino.

PicMonkey Collage (1)

Le foto a sinistra mostrano la situazione iniziale e quelle a destra quella finale: oltre al ripristino di una normale curva cervicale prima rettilinea, e alla modificazione del contorno del cranio, è ancora più importante notare come il volto (dalle orbite alla mandibola), prima quasi appiattiti, abbiano avuto un impulso di crescita non indifferente.

PicMonkey Collage 2

Il cambiamento è ulteriormente confermato dall’allineamento delle orecchie (vedi anche il profilo sinistro della foto precedente).

Quale è la causa della condizione del piccolo M.?

Sappiamo, dal racconto della sua storia, che M. si era spostato nel canale vaginale 6 settimane prima del parto, rimanendo esposto per lungo tempo a forze compressive.

Presupposto che ogni nuovo nato sarebbe felice di ricevere un trattamento osteopatico, in quali casi sarebbe indispensabile?

1. Qualsiasi difficoltà durante la gestazione, compresa la rigidita’ della parete uterina.

2. Intrappolamento nel canale vaginale tempo prima del parto effettivo.

3. Parto troppo lungo o troppo veloce, o avviato come naturale e divenuto poi cesareo per qualsiasi causa.

4. Bimbo che non piange mai o che piange ininterrottamente.

2 thoughts on “Plagiocefalia: l’elmetto E’ davvero l’OPZIONE MIGLIORE?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...