Plagiocefalia: una questione di stimolo esterno

Sai di quante cellule è composto il corpo umano? Da una comunità di ben 50.000 miliardi di cellule viventi.
Loro lavorano ininterrottamente per noi, di giorno e di notte, per assicurarci armonia e salute.
Recenti studi scientifici rivelano che il centro di ciò che tu credi di essere, dei tuoi comportamenti, nonché le dipendenze iniziano nella pancia della mamma. Siamo infatti esseri coscienti, ovviamente non nello stesso modo in cui lo siamo adesso, ma percepiamo ed impariamo informazioni vitali, tanto che quelle informazioni sono un imprinting così forte che la nostra vita futura prenderà forma su quell’imprinting: perchè la vita imita la nascita. 
Partiamo dal fatto che nella maggior parte dei casi la mamma e il papà si uniscano per amore e che da quell’unione si formi una cellula che abbia il tuo personale ed inimitabile codice genetico. Immaginalo come un libretto d’istruzioni, o uno spartito lunghissimo, che rimane arrotolato perchè altrimenti avrebbe una lunghezza di circa 2 metri, uguale in tutte le cellule e chiamato DNA, custodito e ben impacchettato nel nucleo della cellula. Il tuo manuale viene scritto lì, al concepimento. Sin dal 1953 gli scienziati si sono concentrati sullo studio del DNA, riuscendo a decodificarne solo un 10%. In questo 10% è già scritto tutto, ma proprio tutto quello che ti serve. Il restante 90%, non essendo stato capito, è stato chiamato DNA SPAZZATURA. Ma come ben sai, la natura non spreca materiale…semplicemente non si è ancora capito!
Poi gli scienziati si sono accorti che questo lungo papiro non viene letto tutto, ma che in base al segnale, un pezzo si accende per essere letto. Informazioni diverse attivano pezzi diversi di DNA. Il vero cervello della cellula, che determina quali segnali attivino funzioni cellulari e quali, è la membrana cellulare. Gli stimoli ambientali giocano quindi un ruolo chiave nell’attivazione o disattivazione di componenti genetiche. Quest’ultima scienza è chiamata epigenetica e, solo di recente, le stato riconosciuto un ruolo determinante.
Nella pancia della mamma, i tuoi geni sono stati selezionati in base al suo modo di sperimentare la vita.
Quindi quello che siamo è prestabilito, scritto in tutte le cellule del nostro corpo. Ma quello che manifestiamo dipende da ciò che lasciamo entrare o blocchiamo. Ed il più potente interruttore è la mente. Di fatti solo l’1% delle malattie sono genetiche in senso stretto, cioè dovute la DNA. Quindi, è solo il modo in cui percepiamo e viviamo l’ambiente, che determina la costruzione di determinati mattoncini o di altri.
Ecco perchè è essenziale che dal pre-concepimento ai primi anni del bambino le mamme, ma anche i papà, stiano bene, in tutti i sensi! Se quello che desideriamo per i nostri figli è pace, serenità e salute, dobbiamo aiutare le mamme in particolare a vivere in un ambiente di amore e serenità.
Qui un nuovo esempio di come la modificazione del segnale e dell’equilibrio degli assi del cranio e del movimento delle fasce del corpo tramite il Trattamento Osteopatico sul Neonato abbia modificato la forma cranica, nonché la serenità familiare.
Primogenito, nato alla 34° settimana, con parto cesareo d’urgenza e conseguente emorragia per la madre, non allattato al seno, ai 4 mesi presentava una PLAGIOCEFALIA importante, senza però ritardi dello sviluppo neuropsicomotorio. Ai 5 mesi i genitori si sono rivolti ad un centro per il trattamento delle plagiocefalie. Senza badare a spese, hanno messo l’elmetto. Dal momento che, il bimbo, da sereno quale era, era diventato nervoso e capriccioso, i genitori hanno cercato una soluzione alternativa. Trovandola nell’Osteopatia.
Ai 6 mesi, cioè quando i genitori si sono rivolti a me, la situazione era questa:
dav
Dalla prima e alla 2′ seduta. Le immagini sono a specchio per rendere più chiaro l’aspetto “confuso” delle prime due immagini (in alto ed in basso a sinistra) la testa sembra divisa in due e non si capisce quale sia il davanti e quale il didietro):
IMG_20181222_174054
Sempre 1° e 2° seduta dall’alto e dietro:
IMG_20181222_173855
Differenze tra la 1°, la 2° (in alto a destra), la 3° (in basso a sinistra) e la 4° seduta:
IMG_20190330_234325IMG_20190330_233618
In un totale di 5 sedute, nonostante nelle foto manchi l’aspetto tridimensionale, si può osservare benissimo come l’asse dalla “fronte alla nuca” abbia completamente cambiato assetto, così come quello da “orecchio ad orecchio”. Notate poi come la vertigine dei capelli si sia spostata gradualmente da destra al centro. In più i disturbi di reflusso, che di solito si associano alla plagiocefalia, sono gradualmente spariti.
Impercettibili variazioni di stimolo esterno, enorme variazione della struttura e della funzionalità: questa è Osteopatia!!!
D.O. Vera Fittipaldi
392 091 37 90
vera.fittipaldi@hotmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...